Un Set da cucina
Wechat
12.04.2011

Un Set da cucina

Un Set da cucina

condividi:

Solo da un vero cuoco poteva nascere Set. Non uno chef stellato né una casalinga disperata ma un designer che si mette ai fornelli e cucina per gli amici, Rodolfo Dordoni. Nella sua Set ha preparato per noi un perfetto risotto alla milanese. D’altra parte, lo dice l’Istat, gli uomini in cucina sono passati dal 28% degli anni ’80 al 43% di oggi. Siamo vicini al sorpasso! E allora, chi meglio di un designer appassionato può governare il regno delle donne? Per Dordoni la cucina è un laboratorio domestico, un’officina dove tutto è a portata di mano, le mensole e i ripiani sono aperti, come una libreria. Perché questo spazio è anche un salotto, tecnologico ma bello da guardare. E funzionale anche in spazi contenuti. Basta volumi e dimensioni mega. Che poi, chi le ha case così grandi? Allora Set recupera il vecchio e solido concetto delle cucine componibili americane, tanti elementi da accostare in modo sempre diverso e creativo, secondo i principi di efficienza, logica d’utilizzo e ossessione per il tempo. Un Set da cucina, appunto. E la memoria ritorna nel progetto di Dordoni: l’atmosfera delle cucine tradizionali con grandi cappe-camino circondate da mobili dispensa e mensole, boiserie e materiali naturali. Una boiserie in cucina? Sì, avete capito bene. Perché Set può avere uno sviluppo verticale per gli spazi piccoli, dove si usa tutta l’altezza delle pareti. Alla boiserie assomiglia anche la cappa inclinata, fulcro del progetto, “totem ” che può essere posizionato liberamente nello spazio, e attorno al quale si compone l’isola o la penisola di lavoro. Cappa elettrificata, come i pensili, dove tutte le componenti tecniche sono nascoste. Perché la cucina funzionale sì, ma sempre elegante e leggera. E allora il tavolo ha un esile piano a sbalzo, che si innesta al blocco operativo, le colonne incorporano gli elettrodomestici, i pannelli a parete hanno mensole ripiegate sul bordo anteriore, i pensili si aprono a libro, le maniglie sono disegnate ad hoc e si inclinano a 45°, seguendo la finta gola dell’anta. Le finiture e le essenze sono accostate con giochi raffinati, tono tu tono o in contrasto. Acciaio, tanto legno e, per non dimenticare l’anima rock del vero cuoco, lacche anni ’70. Certo non è più la febbre del sabato sera ma Set sarebbe perfetta per il Pranzo di Babette.

Un Set da cucina
Un Set da cucina

Per restare aggiornato sui prodotti, le novità e gli eventi del Gruppo Molteni

    Select your country