Sopra un tavolo
Wechat
09.04.2011

Sopra un tavolo

Sopra un tavolo

condividi:

Accade qualcosa, uno slancio, un volo. Quel disassamento di qualche grado è uno spostamento lieve ma definitivo. La sedia che non poggia sul pavimento ma su fragili tazzine sopra un tavolo è il dispositivo che svela l’incontro con l’altro da sé, in una composizione pulita, rigorosa, perentoria. Tutto è fuori posto, ogni ruolo è sovvertito, ogni convinzione e consuetudine sul senso degli oggetti e la loro funzione è ribaltato. Ciò che sostiene è sostenuto; ciò che è precario è strutturale. Così scorre tra i pieni e i vuoti, tra il bianco e il nero appena schizzato dai piccoli decori delle tazzine, la vita delle cose. Nella messa in scena di questi objects trouves c’è tutta la poesia segreta degli oggetti che si offrono a un’altra possibilità di racconto, c’è l’energia delle cose che scivolano su un tempo circolare e sempre presente, quello delle funzioni mai svelate e delle intenzioni in attesa. E c’è nei tagli netti dei neri, nella rarefazione dei bianchi e in quella dimensione quasi pop della sedia un’invisibile aura domestica intima e familiare, che fa dello spostamento una visione per la conoscenza e non uno spaesamento. Cosa succede allo sguardo, e quindi al pensiero quando gli oggetti conosciuti si rivelano con un’altra percezione? Accade che tornano archetipi, tautologie, idee. Di sé e del mondo. Alessandra Spranzi (1962) vive e lavora a Milano. Al suo lavoro – fotografia e video - sono state dedicate mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all’estero. Ha realizzato vari libri, fra cui Selvatico (o colui che si salva), Cose che accadono e Tornando a casa. Insegna alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e all’Accademia di Belle Arti di Brera. Wafer, design di Monica Armani per Molteni&C, è una sedia impilabile dalle linee pulite e tese. Struttura in massello, seduta e schienale realizzati con un materiale innovativo, totalmente ecologico e riciclabile. La parte portante e il rivestimento sono termostampati in un unico elemento. Molteni&C ha intrapreso il progetto delle committenze fotografiche nel 2007. A Paola De Pietri, Francesco Jodice, Antonio Biasiucci, Miro e Olimpia Zagnoli e Alessandra Spranzi ha chiesto di raccontare oggetti, gesti, persone e luoghi del suo mondo.

Sopra un tavolo
Sopra un tavolo

Per restare aggiornato sui prodotti, le novità e gli eventi del Gruppo Molteni

    Select your country